Tantissimi bambini al laboratorio di ORIGAMI presso la Biblioteca Comunale, nell’ambito del progetto “i pomeriggi BIBLIO AMBIENTE” incontri didattici gratuiti per bambini, a cura degli educatori della Legambiente e Servizio Civile del Comune di Maruggio

Pubblicato il 6 novembre 2018 ore 7:13 da Gianfranco Cipriani

06112018_1

Ancora una volta, numerosissimi sono stati bambini maruggesi che hanno partecipato all’iniziativa targata LEGAMBIENTE Maruggio, l’occasione è stata un affascinante laboratorio didattico di ORIGAMI presso la Biblioteca Comunale, nell’ambito del progetto “i pomeriggi BIBLIO AMBIENTE” incontri didattici gratuiti per bambini, a cura degli educatori della Legambiente e Servizio Civile del Comune di Maruggio.
Circa 30 bambini hanno realizzato diversi origami, grazie all’attenta guida del Maestro Pierluigi Mastrovito che, per la seconda volta abbiamo avuto il piacere di ospitare a Maruggio!
Come sempre accade in queste iniziative, grande partecipazione e coinvolgimento c’è stata da parte dei bambini e relativi genitori che, ancora una volta ci hanno donato la loro fiducia!
Appuntamento quindi ad una prossima, avvincente iniziativa!

Presentazione dell’iniziativa:

29102018

Continua l’impegno e dedizione in favore dei nostri bambini, da parte degli educatori ambientali della Legambiente di Maruggio, anche questa volta con un nuovo ciclo di incontri didattici laboratoriali rivolti a tutti i bambini dai 6 ai 10 anni della nostra comunità, e non solo.
Appuntamenti previsti tutti i lunedì e giovedì feriali, a partire da lunedì 15 ottobre prossimo per 8 appuntamenti totali che vedranno l’ultimo in programma; lunedì 12 nomenbre, nella fascia oraria pomeridiana dalle ore 17 alle ore 18.30, presso i locali della Biblioteca Comunale di Maruggio (Ta).
In collaborazione con i ragazzi del progetto “Maruggio con l’Ambiente” del Servizio Civile del Comune di Maruggio, offriremo ai nostri piccoli semplici esperienze didattiche pomeridiane dalla durata di un’ora e mezza circa, dove tra attività laboratoriali, letture animate, visione di documentari tematici e tanto altro ancora; perseguiremo i nostri obiettivi programmatici nella promozione verso i bambini di tutte quelle attività l’ambiente e la salvaguardia di esso.

Per maggiorni informazioni chiama il numeo: 340 3104202

Il progetto ha ottenuto il patrocinio gratuito dal Comune di Maruggio con delibera di Giunta n. 73 del 6 aprile 2018. Attività in stretta collaborazione con l’Assessore Mariangela Chiego (Pubblica Istruzione) e l’Assessore Giovanni Maiorano (Ambiente).

09102018_2

“Se sento dimentico, se vedo ricordo, se faccio imparo”.
La metodologia di sensibilizzazione scelta è quella della ricerca-azione che supportata dai contenuti – e il contenuto conta! – consente di lavorare sull’ambiente, nell’ambiente, per l’ambiente e attivare quindi conoscenza, coinvolgimento, responsabilità.

Tra gli obiettivi programmatici di Legambiente Maruggio vi sono infatti processi formativi e promozionali di tutte quelle attività attinenti l’ambiente e salvaguardia di esso. E’ nostra attività prioritaria il continuo coinvolgimento di bambini e ragazzi in progetti che possano coinvolgere gli stessi in laboratori didattici dove la conoscenza di materiali naturali o di riciclo e conseguente manipolazione li possa avvicinare alle varie tematiche ambientali. Tutte le attività che proponiamo, saranno rivolti ai bambini, sotto forma di “gioco” impegnativo e formativo, e sarà l’occasione per dare spazio alla propria fantasia e creatività, realizzando manufatti con materiali e tecniche diverse. Sarà anche un’opportunità in cui il bambino potrà misurare la propria abilità e confrontarsi con coetanei in linguaggi diversi da quelli tipicamente utilizzati.

09102018_3

Seguendo il noto principio “agire localmente, pensare globalmente”, l’intento è quello di promuovere nei giovani una mentalità di sviluppo consapevole del territorio a partire dai contesti di vita e di relazione in cui vivono, dall’ambiente scolastico fino alla città ed al mondo intero.
«Il mondo è tutto attaccato», così si è espressa una bambina di cinque anni dopo aver vissuto un’esperienza di educazione ambientale, cogliendo e sintetizzando al meglio i legami tra uomo, ambiente, risorse e inquinamenti. Se è vero che “ciascuno vede ciò che sa”, l’affermazione della bambina dimostra che l’educazione ambientale serve o, perlomeno, aiuta a vedere. L’educazione ambientale, quindi, come presa di coscienza del sé e degli altri, della unicità e della complessità, della conoscenza prima e della consapevolezza e responsabilità poi. Le aule delle scuole o ambienti quali biblioteche, rappresentano un punto privilegiato di coinvolgimento, socializzazione e partecipazione per i cittadini di domani. Quella che intendiamo proporre è dunque un’educazione ambientale basata su condivisione e collaborazione, volta a definire e promuovere una società consapevole e sostenibile.
L’educazione ambientale deve diventare strumento di formazione alla cittadinanza attiva, in un processo didattico, sociale e comportamentale che, certamente, non si esaurisce nel solo ambito dell’istruzione, ma che da questo deve necessariamente iniziare. L’obiettivo è quello di modificare in positivo il comportamento dei nostri ragazzi, delle famiglie, dell’ambiente scolastico, rendendo finalmente la società stessa interprete consapevole di quella cultura della sostenibilità che, dal contesto locale, deve necessariamente raggiungere quello dell’intero Paese, che, a sua volta, dovrà inserirsi in una visione globale.

05052018_banner

Portale web ufficiale dell’Organizzazione di Volontariato della Legambiente di Maruggio © 2014 – 2018

Scrivi un commento:

commenti