Partecipa anche tu alla PASSEGGIATA SERALE di venerdì 23 febbraio, in occasione di M’illumino di Meno 2018 giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili

Pubblicato il 12 febbraio 2018 ore 16:10 da Gianfranco Cipriani

12022018_0

Quest’anno Caterpillar e Radio2 dedicano M’illumino di Meno alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. L’invito per il 23 febbraio 2018 è spegnere le luci e andare a piedi: una marcia, una processione, una ciaspolata, una staffetta, una maratona o una mezza maratona, un ballo in piazza o un pezzo di strada dietro alla banda musicale del paese. Inoltre vogliamo simbolicamente raggiungere la Luna a piedi e sono 555 milioni di passi: abbiamo dunque bisogno del contributo di tutti. Camminate con noi per il risparmio energetico.
Si può fare, a piedi. Per un giorno, pensiamo con i piedi.

Vi invitiamo quindi tutti, ad una PASSEGGIATA SERALE venerdì 23 febbraio 2018, incontrandoci alle 19.30 presso la Villa Comunale di Maruggio (Ta), e tutti insieme raggiungeremo la vicina Campomarino dove ci attenderà una bevanda calda, per poi ritornare nuovamente nel centro abitato di Maruggio. Un occasione conviviale per stare insieme e riflettere sull’importanza della mobilità dolce che, oltre a far bene alla nostra ed altrui salute, riduce notevolmente i costi energetici di automazione.

La passeggiata si snoderà lungo la pista ciclabile della Maruggio-Campomarino.
Da portare con se una torcia elettrica, ed equipaggiarsi con abbigliamento invernale adeguato alla stagione!
Per qualsiasi informazione in merito, chiama il numero: 340 3104202

L’iniziativa in ambito locale è organizzata dal Circolo Legambiente di Maruggio “Dune di Campomarino”, con la partecipazione attiva dei ragazzi del progetto “Maruggio con l’Ambiente” Servizio Civile 2018 del Comune di Maruggio, il Circolo “ACLI Maruggio – San Giovanni Battista”, ed il patrocinio morale del Comune di Maruggio (Ta).

L’Associazione organizzatrice non risponde per eventuali danni a cose o persone.

M’illumino di Meno in breve

Dal 2005, ogni anno, una trasmissione di Radio2, Caterpillar, chiede ai suoi ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono proprio indispensabili alle 18 di un pomeriggio di febbraio. Quest’anno sarà venerdì 23. Festeggiamo il compleanno del Protocollo di Kyoto, il tentativo dell’umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici.
Un’iniziativa simbolica e concreta – spegnere le luci e testimoniare il proprio interesse al futuro dell’umanità – che è diventata subito molto partecipata: si spengono sempre le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona -, i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per M’illumino di Meno la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso.
Dall’inizio di M’illumino di Meno, in 14 anni, il mondo è cambiato. L’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, adesso, semplicemente, non esistono più. Tanti italiani hanno sul tetto di casa i pannelli fotovoltaici e tutti i governi del mondo hanno fatto altri accordi, a Parigi nel 2015, per ridurre i danni dei cambiamenti climatici. Tutti meno uno.
M’illumino di Meno è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

12022018_banner

Portale web ufficiale dell’Organizzazione di Volontariato della Legambiente di Maruggio © 2014 – 2018

Scrivi un commento:

commenti