Le spiagge di Campomarino di Maruggio ospitano importanti siti di nidificazione, del raro Fratino Eurasiatico. Campagna di sensibilizzazione ambientale promossa dalla Legambiente di Maruggio

Pubblicato il 8 luglio 2017 ore 12:07 da Gianfranco Cipriani

08072017_1

Le spiagge di Campomarino di Maruggio (Ta) sempre più ricche di biodiversità e fauna selvatica. Dopo diversi episodi di nidificazione di splenditi esemplari di tartarughe marine, della specie “Caretta Caretta”, è la volta di certificare la presenza oramai stabile del Fratino Eurasiatico (Charadrius alexandrinus).

Il Charadrius alexandrinus è il più piccolo tra i pivieri. Rispetto agli altri membri dei Charadriformi, il Fratino si distingue in maggior modo dalla Chaladrius hiaticula per le sue dimensioni, leggermente inferiori, e dal Charadrius dubius per un becco più sottile, un corpo più tondeggiante meno affusolato e le zampe leggermente più lunghe.

La colorazione varia in base al periodo (riproduttivo o meno) al sesso e all’età (pulcino/giovane/adulto).

  • Adulto riproduttivo maschio: presenta una colorazione grigio-brunastra nella parte dorsale, con ventre bianco. Sulla nuca vi è una sfumatura rugginosa accompagnata da due tacche nere ai lati del gozzo. Il capo è caratterizzato da un disegno bianco nero con un’ampia macchia bianca che si prolunga dalla base del becco sopra e dietro l’occhio, terminando in una tacca auricolare scura e poco estesa. In volo si può notare una barra alare bianca con la porzione distale dell’arto più scura rispetto alle copritrici interne ed al dorso per il colore delle remiganti e delle copritrici primarie. Gli occhi sono grandi, scuri con iride bruna, il becco è nero e le zampe sono scure, da grigio cupo a nero riportando occasionalmente la colorazione dell’iride.
  • Adulto riproduttivo femmina: rispetto al maschio presenta una colorazione più sobria; sono assenti il rossiccio e il nero del capo e del gozzo, sostituiti invece dal bruno di varie tonalità.
  • Adulto non riproduttivo: Il piumaggio si rassomiglia in ambo i sessi, privo di aree colorate sul capo e con le due macchie brunastre sul collo ancora ben evidenti.
  • Esemplare Giovanile (Juvenes): Il piumaggio rimanda all’adulto non riproduttivo, differenziato però, da una leggera orlatura di colore chiaro sulla parte superiore delle penne. La tacca frontale e il sopracciglio sono meno evidenti e sfumati di fulviccio, allo stesso modo delle macchie sul gozzo anch’esse mal definite. Il colore del piumaggio rende i giovani scarsamente distinguibili dalla sabbia sulla quale nidificano, permettendo loro maggior mimetismo.
  • Pulcino (Pullus): La parte superiore, il vertice e la parte interna degli abbozzi alari è di un grigio fulviccio chiaro macchiettato di nero, privo però di strisce nette e definite. Si manifesta un collare sulla nuca di color crema come i lati del capo; l’iride è bruno scuro, becco nero e zampe grigio-bluastre.

08072017_4

08072017_2

08072017_3

Il Fratino si riproduce e nidifica in primavera, con successiva deposizione da 1 a 3 uova tra marzo ed aprile, in questo periodo quindi è probabile imbattersi nei pulcini, come è avvenuto stamattina sabato 8 luglio, episodio filmato da Fabio Millarte (Presidente del WWF di Taranto) nei pressi del lido “Posto 9″ a Campomarino di Maruggio.

L’APPELLO a tutti i fruitori delle nostre spiagge è di prestare sempre la massima attenzione durante gli attraversamenti per raggiungere il mare, ed in particolare:
NON percorrere passaggi o sentieri sul sistema dunale, che non siano i passaggi naturalistici predisposti, attraverso passerelle in legno!
SEGNALARE sempre alle autorità preposte, la presenza di fauna marina e terrestre, quali tartarughe marine, o semplici tracce del loro passaggio, o siti di nidificazione di uccelli.
La collaborazione di tutti è fondamentale, per la salvaguardia di ogni specie terrestre!

08072017_banner

Portale web ufficiale dell’Organizzazione di Volontariato della Legambiente di Maruggio © 2014 – 2017

Scrivi un commento:

commenti