Hai visto tracce di TARTARUGHE MARINE sulla tua spiaggia? Segnalalo subito chiamando il numero 340 3104202 – Campagna di Sensibilizzazione promossa dalla LEGAMBIENTE di Maruggio (Ta)

Pubblicato il 24 giugno 2017 ore 08:00 da Gianfranco Cipriani

24062017_1

Campomarino di Maruggio in provincia di Taranto, ribattezzata “Terra delle Tartarughe Caretta Caretta” grazie al rinvenimento di due diversi siti di nidificazione, rispettivamente nel 2011 e nel 2014. Purtroppo il nido rinvenuto nell’estate 2014, andò completamente perso a causa di danneggiamenti subiti da parte di ignari fruitori della spiaggia ospitante il nido. Nel giugno 2016 invece abbiamo registrato un tentativo di nidificazione, non andato a buon fine, in località “Commenda”.

Affinché non si ripetano episodi, come la perdita di un’intera nidiata avvenuta nel 2014; parte in questi giorni un’importante campagna di sensibilizzazione a cura della LEGAMBIENTE di Maruggio (Ta) dedicata alla tutela e protezione di eventuali siti di nidificazione delle tartarughe marine. L’obiettivo è l’identificazione di eventuali tracce di deposizione, e attraverso l’immediata attivazione del protocollo d’intervento, tramite le autorità ed enti preposti; mettere in sicurezza e protezione il sito rinvenuto.

Chiediamo la collaborazione di chiunque si trovi a rinvenire eventuali tracce lasciate sulla sabbia, attribuibili al passaggio di tartarughe marine.

Abbiamo dedicato una linea telefonica attiva h24 – raggiungibile al numero 340 3104202 – alla quale segnalare il rinvenimento di tracce in spiaggia, riconducibili all’eventuale passaggio di tartarughe marine. Linea telefonica utilizzabile sia in fonia, che tramite SMS oppure via WhatsApp.
Il rinvenimento, nel giugno 2016, di un tentativo di nidificazione in località “Commenda”.
25062016_1
Alcune immagini video della nascita delle piccole tartarughe nell’estate 2011
Il video racconto del rinvenimento del nido (andato perso) nell’estate 2014

24062017_2

Portale web ufficiale dell’Organizzazione di Volontariato della Legambiente di Maruggio © 2014 – 2017

Scrivi un commento:

commenti